Videogiochi, film e libri per questo Natale 2019

Quale momento migliore del Natale per del sano riposo? Che siano i videogiochi, i film o i libri il passatempo preferito, quel che è certo è che ogni anno che passa ne abbiamo a disposizione un ventaglio sempre più ampio e variegato.

James Clavell Shogun
Lettura obbligata! In Italia edito da Bompiani.

Film da vedere

Iniziamo con un pensiero a Star Wars: nei Natali del 2015, 2016, 2017 e in questo del 2019, l’indimenticabile saga ha addolcito, emozionato e divertito il mio periodo di festa. Ora che l’ultimo episodio ha concluso la saga, c’è anche della nostalgia. L’ultimo episodio di Star Wars, L’Ascesa di Skywalker, è un film per tutti molto coinvolgente, divertente e riguardabile.

C’è poi il buon Cena con Delitto (Knives Out) per un buon pomeriggio passato al cinema durante queste feste.

Libri per rilassarsi

Tornati dal cinema poi, o prima di andarci, cosa c’è di meglio che stendersi sotto la finestra o sul divano e leggere un buon libro? In questo periodo sto finendo i numerosi e immaginifici racconti di Conan Il Barbaro nelle originali opere di Robert E. Howard. Ma ho finalmente avuto il tempo di aprire anche le prime pagine di un’altra, anche se molto più recente, colonna portante del fantasy: l’italianissima Licia Troisi con le sue  Cronache del Mondo Emerso (e le  Guerre del Mondo Emerso). Senza dimenticare l’Albertone nazionale con i suoi  Come eravamo in particolare i volumi sulla Grecia e su Roma editi da Rai Libri e la Repubblica. Su tutte le mie letture recenti e in corso però troneggia il capolavoro d’avventura di James Clavell Shogun che non conoscevo ed è stata una vera rivelazione, uno Schatzing ante tempo, un sontuoso romanzo di guerra, amore e civiltà che meriterebbe un bel film. Infine una lettura a qualche pagina di quelle preferite del mio Homeron Etark… avete in programma di leggerlo, vero?

Videogiochi

E alla fine, dopo una bella passeggiata, perché non concedersi un paio d’ore negli incredibili universi virtuali che il digitale ci regala? (o che ci permette di acquistare, meglio). Ecco quindi i ritorni dei classici con le riedizioni in alta definizione, cosa che personalmente apprezzo molto, come con il capolavoro  Age of Empires nella sua Definitive Edition. Su Steam mi sono accaparrato anche lo strambo, fantastico, unico videogioco culto Beyond Good and Evil (2003). A patto di smanettare un poco per far andare questo vetusto gioco in FullHD, il divertimento è assicurato, in un videogioco davvero paragonabile a nessun altro. Per il puro relax invece, per staccare la spina ed emozionarsi in una avventura senza violenza e da mille e una notte, c’è sempre la perla Prince of Persia (quello del 2008).

Senza dimenticare un nostalgico slancio ulteriore nel passato con il gioco di ruolo BioWare  Jade Empire, precursore di Mass Effect insieme al molto più blasonato KOTOR. Passando infine a un’era decisamente più contemporanea, il mio ultimo acquisto è stato quello di  Assassin’s Creed: OdysseyUna meraviglia per gli occhi e la mente: un tuffo nella mitologia e nella cultura della Grecia antica di una finezza che non avevo visto in altri se non nel dimenticato -non da me-  Rise of The Argonauts.

Ultimo ma non ultimo, sarebbe un peccato dimenticare Star Wars: The Old Republic. Il MMORPG di casa BioWare e LucasFilm che ha anticipato di anni uno dei risvolti di trama più importanti visti nell’ultimo episodio cinematografico, ora compie ben 8 anni.

Beh, tanta carne al fuoco no? Non mi resta che dire: buon Natale!

 

Pubblicato da Capo (Francesco G.)

Informatico scientifico, indie publisher e geek. Sempre alla ricerca di mondi e mitologie lontane, sia del passato che del futuro. Autore dell'epico e apprezzato romanzo Homeron Etark. Nel tempo libero, player veterano di SWTOR, del quale è autore della più longeva guida italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.