SWTOR: Onslaught, cosa sappiamo sull’espansione (1)

Un produttore di EA ci disse tempo addietro che il 2019 sarebbe stato l’anno più bello per Star Wars The Old Republic. Probabilmente è anche per questo che è da tempo che a parlare con la folta community intorno a SWTOR, EA non si presenta quasi più. Dal proprio scranno invece, BioWare ogni tanto fa capolino per rivelare qualcosa sulla prossima espansione, Onslaught, in arrivo il 22 ottobre 2019.

SWTOR OnslaughtOnslaught: niente rumore (per ora)

Con l’espansione in arrivo, Onslaught (patch 6.0), siamo ben lontani dagli epici trailer animati di Knights of The Fallen Empire e Eternal Throne, già diventati cult tra i fan. Non è stato mostrato nulla di compromettente, o se vogliamo, veramente intrigante, se non il ritorno di Darth Malgus e la promessa di un’espansione in stile classico come il gioco originale. Questo approccio di BioWare sarà tale per far crescere l’hype con il silenzio, o perché sono troppo occupati a rispettare la data di uscita, e non ci sono abbastanza uomini competenti al marketing?

Secondo me la seconda, ma io sono sicuro che invece i contenuti faranno tornare molti giocatori di vecchia leva. Da tener presente, inoltre, che la situazione del gioco è comunque stabile: SWTOR può contare su numeri di utenti attivi relativamente elevati, per la fascia dove si colloca nel mercato.

La domanda aperta comunque è una: perché a fine agosto ancora BioWare non ha rilasciato un trailer, e ha aspettato all’ultimo, se l’espansione esce il 22 ottobre?

I due nuovi pianeti di Onslaught

Sappiamo che ci sono due nuovi pianeti in arrivo. Per chi fosse tornato su queste sponde dopo un viaggio lontano, ricordo che già abbiamo potuto godere di Ossus (nuova ricchissima Daily area, anche se non piaciuta a tutti) e del pianeta-evento Dantooine (sì, quello di KOTOR). Il ritorno di Darth Malgus invece ci darà accesso al mitico Onderon e a Mek-Sha.

Sul pianeta Onderon troveremo zone esterne di giungla e grotte, e una città cum palazzo. Si narra che gli Onderoniani fossero uno popolo pacifico, uno come tanti, prima dell’arrivo delle bestie della sua luna Dxun, che li costrinsero ad imparare l’arte della caccia e della guerra e a sviluppare la propria tecnologia. Fu però nel 4400 BBY che il jedi ribelle Freedon Nadd conquistò il pianeta. Da allora, ossia quando la Galassia in mutamento lo scoprì, Onderon visse diverse guerre, incluse le Guerre Mandaloriane.

Onderon Sphinx in SWTOR

Mek-Sha lo vediamo in questi concept art, sembra una location intrigante soprattutto perché non abbiamo mai visto un pianeta così strano in SWTOR:

Mek-Sha STAR WARS pianetaGli spazi saranno quelli di una cittadella di scambio intergalattico, usata da pirati e contrabbandieri e governata da una sola legge: il profitto.

Mek-Sha citadel in SWTORSe Onderon è un pezzo di storia Star Wars, Mek-Sha è invece un pianeta completamente nuovo, ideato da BioWare. La art director ha preannunciato che una sua caratteristica sarà che se alzeremo gli occhi al cielo, vedremo le stelle e gli asteroidi orbitanti.

SWTOR Mek-Sha nuovo pianeta Star Wars in asteroideAnche il creative director di SWTOR ha qualcosa da dire a riguardo:

For me, the contrast between the extreme density of the structures contrasted with the huge, open vastness of space really makes Mek-Sha feel unique and cool. – Charles Boyd, creative director

Personalmente, anche se sono sicuro che audiovisivamente sarò appagato da Onderon, sono molto più intrigato da Mek-Sha.

I contenuti di Onslaught

Oltre ai due pianeti per ora non sappiamo molto, se non che la storia sarà “classica” con il ritorno preannunciato alla lotta fra Repubblica Galattica e Impero Sith, con l’incomodo Darth Malgus a sconvolgere le carte, evidentemente sopravvissuto alla disfatta della sua flotta (flashpoint “The False Emperor”). Per chi ancora non lo avesse fatto, la story line che conduce a Onslaught è un story arc da iniziare su Ossus. La story line di Onslaught si concluderà invece su Corellia. Ovviamente ci sarà un nuovo level cap, il 75.

SWTOR Corellia pianeta Star WarsCi sarà una nuova operation per gruppi di 8 o 16 giocatori e avrà luogo nella oscura luna di Onderon, Dxun, o meglio, nelle sue giungle piene di mostri.

Verranno introdotti diversi cambiamenti di minima alle abilità -ovvio ogni classe avrà una nuova abilità a testa- e ai set bonus, che vi linko e trattandosi di materiale per giocatori avanzati, non specificherò troppo. Notizia più di rilievo, verranno introdotti degli item (indossabili) chiamati Tactical Items che avranno un impatto visibile sulle abilità del personaggio, indipendentemente dalle sue skill. Inoltre, con la patch 6.0, che si porterà dietro Onslaught, dovrebbe essere più bilanciato il sistema di acquisizione gear, distribuendo meglio le reward su ogni tipo di gioco: PvE, PvP (soprattutto, dicono i dev), battaglie spaziali, Conquest, crafting. Infine, finalmente anche gli item che finora non lo erano, come gli ear piece e i relic, diventeranno Legacy-bound (ossia potrete passarveli via mail o cargo fra i vostri personaggi).

Ci sarà anche una nuova musica nella schermata di selezione dei personaggi.

Ultimo ma non ultimo, la nuova razza giocabile, i Nautoliani (Nautolans, come Kit Fisto, jedi apparso in La Vendetta dei Sith), una razza aliena iconica di Star Wars. Per tutti i premium player (o (“subscribers”, chi semplicemente paga il canone) la nuova razza sarà giocabile dal 1° settembre:

SWTOR - Nautolans nuova razza Star WarsPer ora è tutto, io non ho l’hype alle stelle perché ancora non mi hanno rilasciato alcun trailer o poster commerciale, ma devo dire che i contenuti come fan Star Wars mi intrigano e se già ero disposto a mantenere attivo l’abbonamento per la normale amministrazione, Onslaught di certo me ne darà un motivo in più. Sicuramente il promesso ritorno alle origini è il deterrente maggiore.

Fonti ufficiali:

  • https://www.swtor.com/info/news/article/20190730
  • https://www.swtor.com/info/news/article/20190823

A presto con il prossimo articolo, che la Forza sia con voi!

Precedente SWTOR | A che giocare in attesa di Onslaught? Successivo Come Star Wars vincerà la sua ultima battaglia - L'Ascesa di Skywalker, vediamo il trailer

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.