Come Star Wars vincerà la sua ultima battaglia – L’Ascesa di Skywalker, vediamo il trailer

Il prossimo e ultimo film in arrivo nelle sale ambientato nell’universo di Star Wars si chiamerà L’Ascesa di Skywalker (Rise of Skywalker, o Episodio IX) e uscirà al cinema in Italia il 18 dicembre 2019, e il 20 dicembre in quasi tutto il resto del mondo.

Star Wars - Poster nuovo filmSarà diretto da J.J. Abrams, già regista de Il Risveglio della Forza e vedremo nella pellicola grandi ritorni e un epico finale che deve concludere quarant’anni di storia della miglior cinematografia fantastica. Ma la lotta è anche un’altra, quella che J.J. Abrams e la LucasFilm devono intraprendere.

L’Ascesa di Skywalker – la fine di una mitologia

Come deve essere bello, per uomini come George Lucas, vedere le proprie storie raccontate a milioni di persone. L’Ascesa di Skywalker conclude la storia di Star Wars iniziata nel 1977 con le avventure di Luke Skywalker, e vuole farlo col botto:

Ora le teorie pullulano, dalla Rey clone, cosa che Rian Johnson potrebbe averci anticipato con la sequenza della grotta in Gli Ultimi Jedi, al fatto che Kylo Ren potrebbe in realtà non essere il vero villain, dopotutto, è uno Skywalker. Le mie sequenze preferite? Beh, l’arrivo della flotta della Resistenza a fianco del Falcon, il duello in mare, e ovviamente, la Rey Oscura (Dark Rey). Le vostre?

Fatto sta, che Snoke è ora della stessa portata di Dooku o Darth Maul: una pedina di qualcosa di più grande e oscuro. Visto che bastava aspettare, come naturale, l’ultimo atto?

La teoria dell’imperatore eterno già sperimentata da BioWare in Star Wars The Old Republic, un imperatore in grado di passare di corpo in corpo e tenere flotte spaziali nascoste agli orli della galassia, è apparsa chiaramente svelata nel trailer. Questo mi fa estremamente contento. Sono molto fiducioso. È davvero il caso di dirlo, che la Forza sia con noi!

Nel mentre, ricordo che è uscito anche il trailer di The Mandalorian, la prima serie TV live action ambientata nel mondo di Star Wars (seguirà le gesta di Boba Fett, villain de L’impero colpisce ancora Il ritorno dello Jedi):

Appendice: Star Wars è più forte

Ogni trilogia, dagli anni ’70, si è portata dietro, fra la moltitudine dei propri fan, anche i comuni fannulloni, ignoranti, perdenti e falliti che hanno tentato di sabotare il futuro della saga con la propria infermità mentale. Ora, pensate, se queste masse, manipolate da lobby nate ad hoc, riescono persino a far pesare bilance politiche, non sarà un gioco da ragazzi boicottare un prodotto dell’entertainment? Difatti, così è stato fatto con Gli Ultimi Jedi e l’Internet è quanto mai piena di eserciti che tentano di distruggere Star Wars. Ma non ci riusciranno. I ciarlatani finiranno nel dimenticatoio, nessuno si è mai ricordato di loro. Ora li chiamiamo haters e troll, ma sono solo ciarlatani, gli scarti della società.

Che coincidenze… no, non sa per niente di bot…

Come farà Star Wars a vincere contro gli haters? LucasFilm e J.J. Abrams possono soltanto creare un prodotto di buona, o persino ottima qualità cinematografica, ma la macchina dell’odio è comunque intesa per scattare. L’Ascesa di Skywalker non sarà un completo flop al botteghino ma non riuscirà ad eguagliare Il Risveglio della Forza, ne sono convinto. Arriverà a poco più che la metà, poco sopra Gli Ultimi Jedi. Quello che i fan che si fanno abbindolare dagli haters si perdono, sono la magia e gli insegnamenti di questa meravigliosa saga:

Ma questo non ci interessa: perché come intere generazioni uscite dal cinema nel 1977 si sono innamorate delle avventure di Luke Skywalker, così come altre generazioni sono rimaste catturate dalla vastità del mondo creato da Lucas una volta vista la trilogia prequel (2001-2005), ora c’è un nuovo esercito di VERI fan che è rimasto perdutamente incantato dalle avventure di Rey e Kylo Ren. Gli haters moriranno soli, affogati nella merda che hanno seminato, con sulle spalle il peso di aver rovinato il web. Star Wars sopravvivrà a loro nei cuori delle nuove generazioni:

Sei un hater? Un troll? Allora facci il piacere di non guardare Star Wars e andare a farti fottere. Se il tuo boicot si limita a ciò che è civile, ergo a una recensione e un parere anche estremamente negativo, e a non andarlo a vedere più o a sconsigliarlo costruttivamente, ben venga! Ma altrimenti, davvero, se devi trollare il web e aizzare gli scemi come te, vai-a-farti-fottere. Non ne possiamo più.

  • L’hater dice “Snoke è un cattivo inutile”. Io dico: bene, quanti film è durato Boba Fett? E Dooku? E se Snoke fosse, come sarà, solo una pedina di un disegno più grande? Aspettare il terzo film prima di parlare? Te l’avevo detto.
  • L’hater dice “Gli uomini nei nuovi Star Wars hanno un ruolo marginale, ci sono troppe donne e gli uomini sembrano stupidi”. Io dico: AHAHAHAHHAHAHAHAHA (risata sulla pateticità altrui).
  • L’hater dice: “Leia che vola? Luke morto così? Che insulto!” Io dico: nemmeno a me è piaciuta la scena di Leia svolazzante nello spazio. Però quale insulto? Tu sei solo un fallito, hater, non hai fatto niente di buono nella vita. George Lucas ha creato questi personaggi, e chi ora ne ha il diritto di scriverne i prosegui non sei tu, hater, perché sei un fallito, mentre ci sono persone, più in gamba di te, che si sono meritate il diritto di farlo.

… potremmo continuare, ma con questo post, si chiude il mio rapporto con tali questioni. Ero tentato di non farlo, ma non si può essere sempre moderati. Ogni tanto, bisogna tirare fuori le unghie e difendere ciò a cui si tiene, anche se è “solo” una passione, come Star Wars.Star Wars Poster Nuovo film

Non vedo l’ora di andare al cinema a vederlo!

Precedente SWTOR: Onslaught, cosa sappiamo sull'espansione (1) Successivo SWTOR: Onslaught | Recensione dell'espansione con il ritorno di Darth Malgus

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.