SWTOR: Iokath (patch 5.2), la storia e le aggiunte al gameplay

SWTOR - Iokath patch 5.2

[UPDATE: BioWare ha posticipato l’uscita al 18 aprile] L’11 aprile 2017, dicasi anche domani, uscirà la patch 5.2 per il MMORPG di Star Wars made in BioWare/EA. SWTOR vedrà l’arrivo di The War for Iokath, una sorta di mini espansione gratuita che prosegue una story line iniziata con Knights of the Eternal Throne. La storia proseguirà da dove c’eravamo lasciati, mentre la patch 5.2 introdurrà interessanti aggiunte allo stile di gioco, alla qualità della vita in game e al gameplay.

Iokath è un misterioso pianeta rimasto celato agli occhi della Repubblica e dell’Impero. È un pianeta abitato soltanto da macchine, su tutta la sua dimensione e nelle sue profondità, si celano risorse sconfinate ma anche pericoli terribili.

A causa delle guerre della Forza, per l’avvento di Malgus e gli anni della dominazione dell’Eternal Empire, Repubblica e Impero sono esauste su tutti i fronti. Alla disperata ricerca di risorse, si troveranno di nuovo faccia a faccia su Iokath, nel tentativo di spartirsi il tesoro. L’Alleanza, che ha salvato la Galassia dall’Eternal Emperor, ed è la guida spirituale di entrambe le fazioni, dovrà affrontare una nuova sfida: a chi dare il supporto? All’Imperatrice dei Sith o a Jace Malcom, l’attuale leader della Repubblica di Coruscant?

La Galassia è di nuovo sull’orlo dell’implosione. Spetterà al Commander decidere le sorti del neonato conflitto (o al nuovo Eternal Emperor -in base alla vostra scelta finale in KOTET). Ma i pericoli non si celano soltanto nella lotta fra Repubblica e Impero… Iokath è un mondo forse fuori dalla comprensione degli abitanti dei settori conosciuti, e nelle sue fondamenta si nascondono armi terribili e nemici mai affrontati.

Oltre alla story line, dalle ottime premesse, la patch 5.2, porterà:

  • Una Galaxy Map ridisegnata e accessibile ovunque, basterà premere un apposito bottone sulla minimappa; il trasporto da un pianeta all’altro sarà così possibile praticamente sempre;
  • Il quick travel sarà possibile anche da dentro gli hangar delle navi;
  • Iokath: un pianeta a Fazioni. Iokath fa gioco a sé: all’avvio, dovremo scegliere se affidare la nostra fiducia alla Repubblica o all’Impero. In base a questa scelta, una volta terminata la storia:
    • Avremo accesso a daily differenti
    • Potremo fare open world PvP su Iokath, contro i giocatori della fazione opposta (che quindi non necessariamente corrisponde alle classi standard). Quando vinciamo contro un altro giocatore, il suo pg droppa dei token specifici per Iokath
    • La scelta della Fazione su Iokath comporterà conseguenze nelle story line future ma non altererà il comportamento della Galassia nei nostri confronti in tutto ciò che già esiste né nel gameplay standard (operations, flashpoints, le storie precedenti, la normale “vita” nella Galassia al di fuori di Iokath).
    • …ciò che si fa su Iokath, resta su Iokath… ;D
  • Il primo boss di una nuova operation: Tyth. Un “dio delle macchine”, il primo di una serie di guardiani a protezione di un’arma segreta di Iokath… di Tyth cantava anche Senia all’arrivo su Zakuul insieme all’Outlander…
  • La storia di The War for Iokath non è ripetibile. Il content della patch è accessibile da tutti i player che siano livello 70 e siano stati subscribers (non è necessario lo siano adesso).

Questo è quanto. Buon gioco, grazie e a presto!

di Francesco "Capo" G.

Informatico e geek blogger. La mia grande passione è l’indie publishing, un “secondo lavoro” che interpreto tramite scrittura creativa e digital art. Sono sempre alla ricerca di mondi e mitologie lontane, sia del passato che del futuro. Autore del romanzo "Homeron Etark" inserito nel selezionato Kerberos dei Gladiatori della Penna e 3/3 su Mangialibri.com. Guardo The Big Bang Theory e Star Wars, leggo Asimov e Tolkien. Nel tempo libero player veterano di SWTOR.

Leggi il mio libro Homeron Etark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*