SWTOR 5.0 (KOTET): i cambiamenti. “Tutto cambia per non cambiare niente”?

Con il Galactic LiveStream della settimana scorsa, BioWare ha portato alla massima espressione la semplificazione del gioco iniziata con Fallen Empire. Knights of the Eternal Throne, la prossima espansione, che porterà la patch 5.0, sarà la summa di tutta l’ideologia EA/BioWare post KoTFE: rinnovamento tramite una (apparente o sostanziale?) semplificazione (o eliminazione delle ridondanze?) volta a indirizzare lo sguardo dei player verso la story line. Poiché i nuovi player sono interessati alla storia e a Star Wars, dato il successo del rinnovamento cinematografico. Non all’end game, che TOR sia un MMO o un RPG non interessa al nuovo bacino di pubblico che BioWare deve a J.J. Abrams e alla LucasFilm.

Cosa cambia in SWTOR 5.0

Mentre KOTET sarà disponibile gratuitamente -come KOTFE- a tutti i subscribers, la patch 5.0 colpirà il sistema di gioco di tutti i giocatori. I risultati più rilevanti però li potranno toccare con mano solamente i subscribers, poiché gli unici in grado di arrivare al nuovo level cap, il livello 70, tramite KOTET.

Parlavo di semplificazione: beh, non serve che ci giri intorno. Elenco tutti i maggiori cambiamenti che la patch 5.0 porterà, questo inverno, a Star Wars The Old Republic:

  • Eliminata la statistica Expertise (che comporta l’effettività nel combattimento/cura in PvP)
  • … da ciò comporta l’estrema semplificazione nel gearing: le armi e le vesti/armature per PvE e PvP saranno condivise.
  • (… da ciò comporta che dovrò riscrivere tutta Galactic Database!!!!! o.O)
  • … da ciò deriva che per accedere alle Ranked Warzone non servirà più il requisito Expertise (perché inesistente: gli item con Expertise, come i cristalli delle armi, verranno rimpiazzati con statistica Mastery). Per accedere alle Ranked Warzone ci sarà un requisito di Valor minimo richiesto (ossia a quante Warzone uno ha partecipato, in sostanza)
  • … e i cristalli e le Warzone Commendations non esisteranno più in KOTET. Con la stagione fredda verranno comunicati da BioWare i tassi di conversione con i Crystals normali (quelli che avevano sostituito le commendations).

Era il primo scaglione di “interessanti cambiamenti”/”semplificazioni”/”oddiomio quanti player, facciamolo diventare un hack’n’slash” (i tre punti di vista dei tre tipici player di swtor: fedele (ancora fedele) fedele (ma stanco), incazzato (se ne va). :D Secondo scaglione, non con i cambiamenti ma le introduzioni di nuovi sistemi di gioco:

  •  Raggiunto il livello 70, per il giocatore tutto ruoterà intorno al Galactic Command system.

Spiegazione al Galactic Command

Sarà un nuovo menù raggiungibile dall’inconcina dedicata oppure con CTRL+G. Da qui potremo metterci in coda per Heroic missions, per flashpoints, per warzones, per PvP spaziale (Galactic Starfighter), da qui potremo continuare i capitoli della storia oppure accedere alle sfide chiamate Uprisings (nuove sfide introdotte con l’espasione, in inverno). Di ogni attività potremo scegliere fra Story, Veteran o Master mode.

Questo menù è una cosa molto carina, una semplificazione piacevole che accorpa i vari sistemi di queue precedenti.

Inoltre, nel Galactic Command è presente l’allineamento della Galassia, in base al comportamento dei giocatori nei confronti dell’universo di gioco e della fazione opposta.

  • … dal nuovo sistema deriva la completa eliminazione del gear droppato dai boss (gli item unici invece resteranno, come le cosmesi o i veicoli). Il gear di end game verrà consegnato al completamento delle sfide (che siano pvp o pve) tramite “Commands crates”, scatolotti con dentro le ricompense.
  • … i giocatori potranno craftare gear di livello pari a quello contenuto nelle Command Crates Story, Veteran o Master, ma senza set bonus
  • … con questo nuovo sistema verrà introdotto un nuovo Rank: il Command Rank. Ossia, facendo una qualsiasi attività di Galactic Commands, guadagneremo i punti definiti “Command Experience Points”. Salendo di Rank, a ogni nuovo livello di tale rank riceveremo le Commands Crate.
  • …da ciò comporta che i giocatori potranno arrivare a gear end game compiendo una qualsiasi attività (esempio: per arrivare al pezzo super X serviranno 2 operations per salire di tot rank. Ma al pezzo X ci posso arrivare, giungendo al tot rank, facendo centoventi Heroic Missions. Per capirci, con numeri a caso :D)
  • … (da tutto ciò comporta che riscriverò Galactic Database per la sesta edizione :D)

Guerre nella Forza

Il concetto di Dark vs Light verrà esteso e portato alla massima espressione in KOTET:

  • ogni attività di ogni giocatore porterà a lui e a tutto il server (dalla somma dell’andamento di tutti i giocatori delle due fazioni, indipendentemente Repubblica e Impero) un orientamento Chiaro/Scuro
  • quando uno dei due lati della Forza raggiunge un rank (visibile in Galactic Command), la Galassia (il server) subirà dei cambiamenti (esempio citato: spawn di guerrieri Sith in pianeti soltanto Repubblicani).
  • Se il Lato che sta vincendo è il nostro, riceveremo bonus al guadagno punti di Light/Dark side strettamente personale (quello nella scheda personaggio)
  • Dopo un certo tempo lo “stato della galassia” viene resettato da BioWare e la guerra può ricominciare.

Tanti cambiamenti o rimescolamenti? Semplificazioni o sostanziali cambi di rotta?

L’inverno è alle porte, il Trono si avvicina e la curiosità (o l’incazzatura, dipende se rimarrete fedeli a SWTOR) sale!

A presto :)

di Francesco "Capo" G.

Informatico e geek blogger. La mia grande passione è l’indie publishing, un “secondo lavoro” che interpreto tramite scrittura creativa e digital art. Sono sempre alla ricerca di mondi e mitologie lontane, sia del passato che del futuro. Autore del romanzo "Homeron Etark" inserito nel selezionato Kerberos dei Gladiatori della Penna e 3/3 su Mangialibri.com. Guardo The Big Bang Theory e Star Wars, leggo Asimov e Tolkien. Nel tempo libero player veterano di SWTOR.

Leggi il mio libro Homeron Etark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*