Recensione Asus ZenFone 2 Laser

Oggi vi lascio all’amico Cliff Flea (Twitter, YouTube) e alla sua recensione personale dello Zenfone 2 Laser di Asus. Buona lettura, a presto!

Recensione Asus Zenfone 2 Laser (1)
Al contrario di Capo, questo non è il mio primo smartphone, bensì il terzo. Eh già, sono un consumista bastardo. Ma cercate di capirmi, il mio primo fu un Samsung Galaxy Ace, che mi fece scoprire il meraviglioso mondo delle app, anche se era piuttosto scarso parlando di hardware. Passai dopo due anni a un Lumia 630 con Windows Phone 8.1 (bello, sistema fluido, design pulito, performante), fiducioso che Microsoft avrebbe prima o poi migliorato le applicazioni disponibili nello store e, magari, reso disponibile l’aggiornamento a Windows 10 Mobile.

Ma… niente, le app continuavano a fare ribrezzo e zio Bill non mantenne la promessa riguardo a Windows 10. I più esperti sapranno che è possibile installare la Insider Preview di 10 sui dispositivi che montano 8.1, ma la procedura non è esente dai rischi, così arrivai alla decisione di tornare ad Android per divertirmi e cincischiare con le app.

Eccolo qua: Asus ZenFone 2 Laser

Benchè non sia il telefono più recente di Asus, ho scelto questo Zenfone2 Laser basandomi su recensioni, esperienza personale col mio Tablet Asus e consigli di amici possessori di Zenfone. Così l’ho comprato e… wow!

La scatola si presenta con dimensioni ridotte all’osso: larghezza e altezza riescono giusto a contenere lo smartphone, e la profondità è di circa 5cm. All’interno: il caricabatteria con cavetto USB, manuale rapido e cuffiette in-ear. Ah, e c’è pure il telefono ;D.

Lo Zenfone2, a parer mio, ha un design veramente bello ed ergonomico, si impugna benissimo grazie alla forma ad arco e nella sua colorazione grigia fa la sua porca figura. Vediamo le caratteristiche principali:

  • CPU Qualcomm Snapdragon 410, con GPU Adreno 306 e modulo 4G integrati nel package
  • Display IPS da 5” HD (ottima definizione e colori fedeli, comunque tarabili con la app Splendid)
  • Memoria interna 16GB (espandibili fino a 128GB) e RAM da 2GB
  • Camera posteriore da 13Mp dotata di autofocus laser e doppio flash LED di colori diversi
  • Camera frontale da 5Mp (con possibilità di registrare video in FullHD)
  • Sensori di luminosità e prossimità
  • LED di notifica (poco luminoso, quindi pochissimo fastidio)
    Android 5.0.2 Lollipop personalizzato da Asus con la ZenUI

Una nota importante: sul sito è dichiarato che la fotocamera del modello da 5” è da 8Mp, il che non è scorretto, ma a quanto ho capito Asus ha voluto commercializzare una versione 2016 del 5 pollici con camera da 13Mp come il suo fratellone da 5,5”. Potevano pure pensarci prima…

Lo smartphone in azione

Ho scritto della ZenUI sopra, si tratta dell’interfaccia creata da Asus per i suoi telefoni Android. Come ho già sperimentato sul mio tablet, posso dire che è veramente una delle meglio realizzate: design piacevole all’occhio, intuitiva e con una possibilità di personalizzazione davvero ampia. Oltre alle solite opzioni, abbiamo uno store di temi (sia gratis che a pagamento) ricco di scelte, la possibilità di cambiare le icone sia da store Asus che da Play Store, e una vasta gamma di preferenze come la grandezza, la dimensione e il colore del font sotto le icone, cambiare i temi delle cartelle sulla Home, le animazioni di scorrimento, la grandezza della griglia della Home, gesture varie… veramente un sacco di cose. C’è pure l’utilizzo a una mano.

Ad arricchire il pacchetto ci sono tutte le app preinstallate di Asus, che sono davvero tante, forse troppe a dire il vero, tant’è che ne ho disinstallate alcune che non usavo. Inoltre vengono aggiornate spesso e questo fa piacere. Le nuove app possono essere spostate o direttamente installate su SD (funzione che perderete se aggiornerete a Marshmallow).

Per quanto riguarda l’utilizzo quotidiano non posso lamentarmi, le prestazioni per la fascia di prezzo (circa 170€) sono ottime e Android, negli anni, è migliorato tanto. Il sistema è fluido e il pannello risponde bene al tocco. Ovvio, qualche piccolo lag qua e là a volte c’è (nulla di importante però), e c’è sempre una app che si blocca in modo anomalo di tanto in tanto (nel mio caso Hangouts, che ho disattivato), ma è normale… è Android. La batteria dura una giornata con un utilizzo da giovane (Facebook, WhatsApp, foto, video ecc.), e qualcosa di più col Risparmio Energia attivato, ma vi consiglio di ricaricarlo ogni sera. Da completamente scarico ci ha messo circa due ore e mezza per ricaricarsi del tutto.

La fotocamera

Asus Zenfone 2 Laser Photo Test

Il punto forte di questo smartphone (oltre al rapporto qualità/prezzo) è sicuramente la fotocamera: 13 Megapixel ben sfruttati, a mio parere. Con una buona luce si ottengono dei risultati davvero notevoli per essere “solo” un telefono e le macro sono ottime e ricche di dettagli. Con poca luce le immagini iniziano a sgranare, cosa normalissima. L’autofocus laser è davvero veloce come promette Asus, quasi fulmineo e preciso.

L’applicazione Fotocamera dispone di tante modalità in base all’ esigenza, fra le quali vi segnalo la modalità manuale (nella quale possiamo regolare bilanciamento del bianco, velocità otturatore, ISO, esposizione e focus), HDR e, infine, Risoluzione Super. Quest’ultima permette di scattare immagini da circa (udite! Udite!) 50Mpx, non so cosa ci sia dietro, ma la quantità di dettagli catturati è sorprendente. E’ presente, nella galleria, un editor per modificare le foto in modo semplice e veloce, davvero comodo e ben fatto.

Più che buone le foto scattate dalla fotocamera frontale, abbiamo anche la funzione Selfie Panorama, ottima per i selfie di gruppo. I video possono essere registrati al massimo in FullHD (e direi che basta e avanza) e pure qui la qualità è molto buona, anche con luce scarsa. Possiamo usare la modalità manuale, controllando i vari parametri in tempo reale, tranne la velocità dell’otturatore. Segnalo la modalità Rallentatore, che altro non è che una funzione time-lapse, molto semplice e comoda, salva video a 1080p.

Vi lascio il mio demo video:

Conclusioni

In sintesi, questo smartphone mi è piaciuto (e mi sta piacendo) davvero tanto, usarlo è una goduria e il rapporto qualità/prezzo è molto buono. Lo consiglio a chi cerca un telefono che vale quello che costa e a chi (come me) si vuole divertire con la fotocamera e, perché no, qualche gioco. Non lo consiglio come estensione del proprio PC, per quello ci sono i Lumia, che vedo molto adatti all’ambito puramente lavorativo, come uffici portatili a prezzi ragionevoli, dato che Windows 10 Mobile funziona bene sulla stragrande maggioranza dei dispositivi ed è costantemente aggiornato. Comunque, nel caso preferiate comunque Asus e Android, con le app di Microsoft sul Play Store, potrete dedicarvi anche alla produttività sullo Zenfone 2.


Grazie Cliff per questa tua completa recensione.

A presto!

di Francesco "Capo" G.

Informatico e geek blogger. La mia grande passione è l’indie publishing, un “secondo lavoro” che interpreto tramite scrittura creativa e digital art. Sono sempre alla ricerca di mondi e mitologie lontane, sia del passato che del futuro. Autore del romanzo "Homeron Etark" inserito nel selezionato Kerberos dei Gladiatori della Penna e 3/3 su Mangialibri.com. Guardo The Big Bang Theory e Star Wars, leggo Asimov e Tolkien. Nel tempo libero player veterano di SWTOR.

Leggi il mio libro Homeron Etark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*