Quarta visione de “Gli Ultimi Jedi” – E George Lucas?

Star Wars - Gli Ultimi JediPochi giorni fa ho acquistato -e ho sfruttato- un biglietto del cinema per il film Star Wars: Gli Ultimi Jedi, Episodio VIII per gli amici. Non è stata la prima volta per me. Imprevedibilmente o meno, questo gesto è stato il quarto di una serie. Più prevedibile è il fatto che sia l’ultimo, anche se va tenuta in conto qualche possibile pazzia portata col freddo dal lontano febbraio. Secondo te come è andata?

Star Wars Gli Ultimi JediC’è bisogno che io lo scriva oppure posso evitarlo? Ma no dai, lo scrivo. Prima le cose brutte: mi sono vergognato per Rian Johnson (regista e autore) in due scene, le solite, e ormai, essendo lontani dall’uscita, posso anche dirle senza temere tu ti metta a gridare Spoiler o finisca col gettare il monitor dalla finestra per evitare d’esser corrotto. Sì, due scene mi fanno vergognare: quando la nostra principessa, pace all’anima sua, cara “mamma” e “sorella” di tutti noi fan di Star Wars, fa un uso spropositato della Forza. Non è per colmare un buco narrativo, lo so, buon Rian. Però è una scelta che io non condivido per via dei miei gusti d’entertainment. Forse hai ragione tu, solo il tempo esprimerà il verdetto.

L’altra scena implica un discorso più complicato: Canto Bright. Pessima, Rian, davvero pessima. Sì, Star Wars deve essere un film per tutti e ogni linea di dialogo che hai scritto ci sta. Va benissimo anche la cantina moderna e il discorso sulle armi, la corsa sugli animali finalmente liberi, una cosa piena di morale. Ma davvero gli scenografi e i costumisti potevano fare di meglio. Il design degli ambienti non mi piace affatto, è noioso, non ha nulla di speciale e sembra fatto in serie. Inoltre è troppo lento il montaggio: potevi tagliarlo, fidati! D’altronde siamo tutti registi, ti puoi fidare…

Ora il piacere. Tutti gli aspetti riusciti del film (il suo 80%) si condensano in un discorso più astratto.

I nuovi Star Wars (1)

Un nuovo universo Star Wars si sta delineando all’orizzonte. Dobbiamo solo dargli tempo, non tutti i suoi film sono eccellenti come Rogue One. Ma tutti hanno lo spirito di Star Wars.

Alla quarta visione ho rischiato una lacrimuccia in più occasioni. Lo spirito di Star Wars non è mai stato così forte. Si scatena all’ennesima potenza cancellando tutti gli errori che hai fatto, Rian. Mannaggia a te che li hai fatti: poteva essere un film perfetto.

Ora però basta parlare dei difetti, inutile lamentarsi troppo a posteriori. Episodio VII non sarei mai andato a vederlo al cinema più di due volte. Con Episodio VIII sono alla quarta, anche perché tre-quattro scene di Gli Ultimi Jedi sono le migliori di tutta la saga di Star Wars.

E tutte, tolte le due per le quali mi sono lamentato, mi hanno fatto tornare bambino.

Gli Ultimi Jedi - Star Wars 8

Fan made poster by Shine_o (Reddit)

Se il film di J.J. Abrams (Episodio VII) era la summa massima del compromesso nostalgico “fatto bene” e “era così che doveva andare, a rischiare tocca ai sequel”, Gli Ultimi Jedi, il tuo, Rian Johnson, è l’inizio dei nuovi Star Wars. Come hai fatto dire al tuo miglior personaggio, Kylo Ren: “lascia morire il passato”. Per quanto glorioso possa essere. Non si può fare i conti per sempre con l’eredità immensa di Star Wars. Bisogna cambiare e fare qualcosa di nuovo e questo episodio lo ha fatto alla grande, proprio perché lo spirito di Star Wars (ergo la Forza?) è in esso più che mai. E che non mi venga chiesto di definirlo, lo spirito di Star Wars: è ciò che mi fa rischiare la lacrimuccia e sorridere, ciò che mi fa tornare bambino mentre guardo nient’altro che un film.

Poster Gli Ultimi JediE George Lucas?

U.S. President Barack Obama (C) conferisce nel 2012 la National Medal of Arts a George Lucas (L)

Come se la sua benedizione fosse necessaria, i nuovi registi la vanno a cercare. Non la trovò appieno J.J. Abrams, ricevendo un “piacevole il voler lanciare una nuova storia, peccato sia ancora attaccata ai miei personaggi”. La trovò Gareth Edwards con il magnifico Rogue One: A Star Wars Story , il primo degli spin off: George Lucas lo chiamò dopo la visione e gli disse che gli piaceva (e Gareth disse pubblicamente “ora posso morire tranquillo”).

E tu, Rian?

Beh. George Lucas ha detto, di Gli Ultimi Jedi:

è fatto magnificamente“.

E c’è chi dice che siete già in accordo per scrivere insieme la nuova trilogia che arriverà nella nostra galassia il prossimo decennio. Io l’avevo detto sin dalla mia prima visione: Gli Ultimi Jedi ha tutto lo spirito di Star Wars pur dicendo addio al vecchio Star Wars. Scrollandosi di dosso quei cosiddetti “fan” che ormai neppure io sopporto più. O quelli che ancora dicono “ma le navi nello spazio non avrebbero bisogno dei propulsori accesi”. Come se le spade laser potessero esistere. Come se i dinosauri potessero esser riportati in vita. Come se… beh, conviene buttar via tutto il cinema fantastico, con queste idee, no?

George, Rian: continuate a farci sognare. Noi fan saremo qui.


Fonti: https://movieplayer.it/news/star-wars-gli-ultimi-jedi-per-george-lucas-il-film-e-fatto-magnificame_55285/ // https://www.mangaforever.net/492256/star-wars-gli-ultimi-jedi-la-nuova-trilogia-e-simile-ai-concept-di-george-lucas

di Capo (Francesco G.)

Informatico scientifico, indie publisher e geek. Sempre alla ricerca di mondi e mitologie lontane, sia del passato che del futuro. Autore dell'epico e apprezzato romanzo Homeron Etark. Nel tempo libero, player veterano di SWTOR, del quale è autore della più longeva guida italiana.

Leggi il mio libro Homeron Etark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.