NZXT Kraken G10: adattatore per raffreddare a liquido la scheda video

Iniziamo l’avventura del raffreddamento per la mia scheda video con la recensione personale del NZXT Kraken G10, adattatore per raffreddamento a liquido per GPU. I dissipatori dedicati per processori esistono da sempre, il mercato ne è pieno. Quelli per le schede video andavano di moda parecchio tempo fa, quando le nostre amate compagne di videogaming / rendering erano a dir poco rumorose.

NZXT Kraken G10

Oggi, a parte per chi acquista versioni references o refenrence-like (ovvero con il classico dissipatore a blocco di alluminio nascosto sotto involucro di plastica e ventola rumorosissima ad aspirazione…) tutte le aziende terze di produzione della GPU forniscono le loro creature con dissipatori già un minimo silenziosi ed ottimizzati per il modello specifico. Per chi non si accontenta comunque, esistono dissipatori dedicati anche per le schede video: alcuni solo passivi, alcuni con le classiche ventole. Ma se volessimo raffreddare a liquido la GPU?

Una possibilità sono i sistemi di water cooling manuali e fai da te, molto complessi e che non tratteremo qui. Un’altra è prodigarsi per riuscire a fissare i dissipatori da CPU (a patto che siano di CPU da TDP almeno pari a quello della GPU. Ricordo che le schede video possono raggiungere temperature più alte dei processori e quelle di fascia alta consumare anche il doppio)

Oppure possiamo acquistare un sistema di raffreddamento ibrido all-in-one come i NZXT Kraken, i Corsair serie H o l’Intel TS13X che ho recensito in quest’altro articolo. Come montarlo sulla GPU? In commercio esistono sistemi di fissaggio ed adattatori. Uno è il NZXT Kraken G10. Non un semplice adattatore, ma un sistema di marca e raffinato, di ottima fattura come da tradizione NZXT. Diciamo che non spenderei più di trenta euro per un prodotto simile, ma visto che il prezzo ufficiale oscilla intorno a quella cifra, ci ho fatto un pensierino.

Il Kraken G10 si occupa di fissare uno dei tantissimi sistemi ibridi compatibili, normalmente destinati al processore, alla GPU. Per le schede video più lunghe è inclusa nella confezione la ventola da 92mm da fissare al supporto, per raffreddare il resto delle scheda e soprattutto le VRAM. Le schede più corte invece non hanno bisogno della ventola, a meno di non volerla usare per far circolare l’aria nel case, come nel mio caso.

L’assemblaggio è piuttosto semplice, soprattutto per le schede nVidia. Unica nota: se volete connettere la ventola alla scheda video (cosa che consiglio, se la scheda è lunga e la ventola deve raffreddare le ram) fatelo come primo passaggio prima di fissare il raffreddamento a liquido al kraken e poi alla scheda, altrimenti poi non sarà più possibile. In alternativa, è possibile collegare la ventola alla scheda madre e lasciare che si occupi di regolarne la velocità. Nel caso la ventola non venga utilizzata per raffreddare componenti nello specifico ma solo far circolare l’aria nel case, la si può connettere tramite adattatore (non incluso) all’alimentatore.

Il NZXT è distribuito in quattro colori: blu, rosso, bianco e nero. L’estetica è assolutamente azzeccata, come da tradizione per questa marca. La lista ufficiale dei componenti compatibili è la seguente (ma in teoria è molto più ampia):

Nvidia : GTX 980, 970, 780 Ti, 780, 770, 760, Titan, 680, 670, 660Ti, 660, 580, 570, 560Ti, 560, 560SE 
AMD : R9 290X*, 290*, 280X**, 280**, 270X, 270 HD7970**, 7950**, 7870, 7850, 6970, 6950, 6870, 6850, 6790, 6770, 5870, 5850, 5830
NZXT : Kraken X61, Kraken X41, Kraken X31, Kraken X60, Kraken X40 
Corsair : H105, H110, H90, H75, H55 , H50 (CW-9060006-WW only) 
Antec : KUHLER H2O 920V4, KUHLER H2O 620V4, KUHLER H2O 920, KUHLER H2O 620 
Thermaltake : Water 3.0 Extreme, Water 3.0 Pro, Water 3.0 Performer, Water 2.0 Extreme, Water 2.0 Pro, Water 2.0 Performer 
Zalman : LQ-320, LQ-315, LQ-310

Io l’ho utilizzato per una scheda Nvidia, la mia GTX 760. Ho sentito dire che per AMD l’assemblaggio è un po’ più complesso, ma non ho potuto verificare di persona. Ecco la registrazione!

Grazie, alla prossima!

di Capo (Francesco G.)

Informatico scientifico, indie publisher e geek. Sempre alla ricerca di mondi e mitologie lontane, sia del passato che del futuro. Autore dell'epico e apprezzato romanzo Homeron Etark. Nel tempo libero, player veterano di SWTOR, del quale sono autore della più longeva guida italiana.
"Sostenitore" (un raro INF-J/INF-T) per personalità. PC Master race nel cuore.

Leggi il mio libro Homeron Etark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*