Incontri su DeviantArt: Lorenzo Livrieri – Raccontarsi da Devianti

DeviantArt mi ha catturato, letteralmente. Lo consulto da sempre, ma solamente poco prima di pubblicare Homeron Etark decisi d’iscrivermi e iniziare a disegnare da me i dipinti digitali, concept e le illustrazioni promozionali del mio romanzo d’avventura.

Among the Fiery Pit - Disney Christmas Contest Lorenzo Livrieri

“Among the fiery pit” di Lorenzo Livrieri per un Disney Christmas Contest su DeviantArt

Ho conosciuto creativi incredibilmente talentuosi nel disegno, artiste eccezionali e ho trovato e dato tanta ispirazione. Ho potuto leggere poesie, racconti, fumetti e webcomics. Artisti tradizionali e digitali, hobbysti come me o professionisti del settore. Poeti e scrittori. In una parola, creativi. Alla ricerca di risposte su domande che avviluppano i creativi nel loro stesso essere, ho deciso di invitarne alcuni a raccontarsi qui su Capo Nerd Blog.

Perché? DeviantArt è un mondo fantastico, virtuale e reale. Con questi post vorrei portarne qualche scorcio agli occhi di chi mi segue. La scorsa volta era GiuliaDraws. Oggi è il turno di Lorenzo Livrieri, in real life futuro studente di Belle Arti fresco dal liceo artistico. L’ho scoperto grazie al suo ciclo di disegni sulla mitologia greca (capite che con Homeron Etark ci sono dentro fino al collo e mi piace vedere interpretazioni di altri, soprattutto se anch’esse originali e differenti dalle solite!). Il suo profilo è questo: http://lorenzolivrieri.deviantart.com/

Ma tu chi sei?

Mi chiamo Lorenzo; ho appena finito il liceo artistico e ora proseguirò i miei studi alla Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino. Il mio habitat naturale è quindi sempre stato lo sgabello con davanti la tela, circondato da oli e pennelli. Ho sempre disegnato, fin da quando ero piccolissimo. Era il mio modo di esprimermi, e la mia famiglia, gli amici e gli insegnanti mi hanno sempre incoraggiato a continuare e dedicare gran parte del mio tempo al disegno, dicendomi che ero un talento naturale. Non mi reputo tale, c’è tanta di quella gente migliore di me, però grazie a quelle persone che mi spronavano ho deciso di intraprendere una certa carriera che mi ha reso ciò che sono adesso. Complice è anche un po’ mia sorella maggiore, che non era male a disegnare, per cui io cercavo sempre di impegnarmi per superarla e fare meglio di lei. Sono un tipo molto competitivo. Ad oggi è la mia consulente preferita, a cui chiedo sempre consigli estetici e opinioni.

Anche secondo me hai fatto bene a seguire questa carriera! Ora raccontaci la tua arte come superficialmente noi, spettatori, possiamo vederla. E da quanto sei su DeviantArt? Ti piace? Ti fa sentir parte di una comunità?


Battle against the Dark Shaman by LorenzoLivrieri on DeviantArt

Le mie opere sono tutte realizzate in tecnica tradizionale. Nello specifico amo usare le matite colorate, ma mi è capitato più volte di ricorrere agli acquarelli (anche se non sono proprio i miei preferiti), alla china e alle tempere; mi piace anche molto lavorare con la creta e scolpire. Si sarà capito: mi piace spaziare e sperimentare cose. In particolare nella mia galleria troverete alcune cosette fatte a scuola (ma sono la minoranza), mentre invece la stragrande maggioranza dei miei disegni riguarda personaggi inventati da me e nel tipico stile cartoonesco, un po’ demenziali, un po’ caricaturali. Si tratta soprattutto di concept art di personaggi di vari fumetti/serie che ho in progetto, in particolare un giallo ambientato a Londra negli anni ’30 e una carrellata di disegni incentrati sulla mitologia greca.

Non disegno molte fanart, ma la maggior parte di esse riguardano i Pokémon; sono una parte della mia infanzia che mi piace tenere ancora vicina, ma cerco di non farla prevalere sul resto dei miei lavori, nella mia galleria, soprattutto perché ho intenzione di usare la mia pagina come referenza per i possibili clienti.

Sono su DeviantArt da quasi due anni, ormai. Mi convinsero a iscrivermi al sito illustrandomi tutti i vantaggi che poteva dare alla mia carriera come artista, che poteva aiutarmi a farla nascere e a creare nuovi contatti con altri artisti. L’idea mi piacque perché mi sembrava un buon passo per far diventare la mia passione anche il mio futuro mestiere. Poi ho conosciuto un sacco di persone molto gentili e simpatiche (ma anche degli inquietanti tizi con dei fetish che… Brrr!) le quali mi hanno saputo aiutare e stimolare col loro feedback e con la loro arte stessa, scambiandoci consigli e tecniche.

La comunità che mi si è formata attorno è molto piacevole e stimolante.

Eh si, su DeviantArt troviamo di tutto e di più, ma per fortuna anche opere originali come le tue. Andiamo avanti: raccontarci la tua arte come nel profondo, tu stesso, la vivi. Cosa ti spinge a creare? È espressione della tua creatività o sfogo di una qualche altra emozione? Vuoi che altre persone, sempre nuove, vedano quello che fai, oppure tieni le opere solo per te e per gli amici?


Shelter from the storm by LorenzoLivrieri on DeviantArt

Non saprei dire perché disegno. Forse è una valvola di sfogo? Ho sempre avuto tante idee in testa e l’urgenza di riportarle su carta e dare loro forma, vederle materializzarsi davanti a me. Da piccolo devo aver notato che agli adulti piacevano tanto i miei scarabocchi, e un po’ per sentirmi lodare e un po’ per produrre qualcosa di sempre più bello (superando i miei limiti) mi sono messo a disegnare in continuazione e tutto ciò che mi passava per la testa. Ora uso l’arte e il disegno come argomenti per intavolare conversazioni con persone nuove e per scherzare con gli amici (mi capita spesso di mettermi lì assieme a loro a scarabocchiare caricature sceme o inventare a tavolino dei personaggi divertenti).

Non sono particolarmente geloso della mia arte, e la mostro a chiunque mi chieda di farlo. Su DeviantArt in particolare ho sempre ricercato un feedback che mi fosse utile per migliorare, quindi carico molte cose ma mantenendo una certa varietà. Di solito però carico online solo i pezzi di cui vado particolarmente fiero! Gli altri li vedono solo parenti e amici al di fuori del web, e ovviamente mia sorella che come ho detto è anche lei una “addetta ai lavori” assieme a me.

Feedback… una delle mie parole preferite. Secondo te perché, come creativi, sentiamo poi l’innato bisogno di mostrare le nostre creazioni agli altri? Tu come vivi questo aspetto? Ti basta avere qualche buon amico a cui mostrarle, miri a raggiungere un pubblico sempre più ampio, magari per raccogliere una fanbase di followers, oppure con l’obiettivo di avere un ritorno economico?


#4 The Erymanthian Boar – 12 Labours of Hercules by LorenzoLivrieri on DeviantArt

Penso che ciò che ci spinge sia diverso per ognuno di noi; c’è a chi piace il semplice confrontarsi, chi ha bisogno di mettere su carta e dare ordine a pensieri ingarbugliati, chi è timido e usa l’arte come forma di comunicazione, chi spera di ottenere un po’ di attenzione, eccetera.

Ora come ora, a me basta passare il tempo a disegnare per conto mio, per sentirmi contento e soddisfatto, e la condivisione è un passo successivo. Nel tempo però mi sono reso conto che la condivisione può essere molto importante per farsi conoscere in giro anche da persone molto distanti da sé. La libertà di sharing data da Internet la vedo più come un mezzo per potermi avvicinare a persone interessate in maniera professionale a me, comunque. Forse risulterò un po’ monocorde a riguardo, ma sono super deciso a trasformare ciò che amo nel mio mestiere e a fare tutta la gavetta necessaria; infatti vorrei fare qualcosa come il fumettista o l’illustratore, in futuro.

Mi piacerebbe quindi raggiungere più persone possibili e magari strappare un sorriso a tutti coi miei personaggi, sarebbe il massimo.


#12 Cerberus – 12 Labours of Hercules by LorenzoLivrieri on DeviantArt

Il sorriso lo strappi eccome! Molti tuoi lavori sono a dir poco esilaranti. Bene bene. Chiudiamo con domandine facili facili. Musica e letture preferite?

Quasi tutti quelli che mi conoscono mi dicono che sono nato nel periodo storico sbagliato, sia per quanto riguarda i miei gusti estetici in generale, ma soprattutto la musica! Infatti ascolto molti cantanti retrò, dalle melodie un po’ nostalgiche e che periodicamente comprendono gli anni ’30, ’40, ’50. Tra i miei preferiti ci sono Frank Sinatra, Ella Fitzgerald, le Andrew Sisters e il musicista Benny Goodman. Poi c’è un salto temporale che atterra dritto dritto negli anni ’70 e ’80, con gli ABBA, David Bowie, i Kraftwerk e Phil Collins.

Non mancano poi varie ed eventuali colonne sonore di film e videogiochi, oltre che musica classica e opere liriche. Sì, sono vecchio dentro.

Per quanto riguarda le letture, invece, ammetto di avere grandi lacune. Non sono un lettore, un po’ perché non ho mai trovato la voglia di cimentarmi e un po’ perché la scuola me l’ha fatta andare un po’ di traverso, diciamo. Però ho intenzione di avvicinarmi a qualche romanzo per estendere la mia cultura in materia. Quest’estate sento di essere partito col piede giusto con “La fattoria degli animali” di Orwell!

Per il resto, leggo soprattutto strisce a fumetti comiche o graphic novel politiche, satiriche o di denuncia. Una delle mie graphic preferite è “Maus” di Art Spiegelman. Un altro librone di cui vado fiero è il mio “Tutto Vauro”, raccolta di vignette satiriche che spicca in mezzo ai miei altri albi di autori come Forattini e Galantara. Impilati qui e là ho anche svariati fumetti Disney, tra cui Topolino a varie altre raccolte.

Risposta interessante. Musica retrò e solo arte tradizionale. Anche se non disprezzo nessuna delle due -e anzi le ammiro, pur non perseguendole- io e te siamo proprio agli antipodi! Ora la domanda di rito e smile annesso: a quando una tua fanart su Homeron Etark? ;D

Appena mi deciderò ad avventurarmi nel mondo della lettura e aver preso un po’ di dimestichezza, promesso!


Hades – Gods of Olympus by LorenzoLivrieri on DeviantArt


Beh, Lorenzo, se fra i tuoi obiettivi c’è quello di raggiungere un alto numero di persone, allora spero questo post ti offra un po’ della visibilità che come tanti creativi meriti. E mi raccomando, quando puoi, leggi Homeron Etark. Non te ne pentirai. Anche perché, a quanto vedo, la mitologia greca ti incuriosisce abbastanza da averci dedicato una -bellissima- serie di disegni.

Continua così.

Grazie, alla prossima!

di Francesco "Capo" G.

Informatico e geek blogger. La mia grande passione è l’indie publishing, un “secondo lavoro” che interpreto tramite scrittura creativa e digital art. Sono sempre alla ricerca di mondi e mitologie lontane, sia del passato che del futuro. Autore del romanzo "Homeron Etark" inserito nel selezionato Kerberos dei Gladiatori della Penna e 3/3 su Mangialibri.com. Guardo The Big Bang Theory e Star Wars, leggo Asimov e Tolkien. Nel tempo libero player veterano di SWTOR.

Leggi il mio libro Homeron Etark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*