Group content, gear, nuovo boss. News primaverili per SWTOR. E alla fine BioWare…

Tyth - Nuovo boss di SWTOR

Con il producer livestream di due giorni fa, i community manager di SWTOR hanno finalmente rivelato qualche retroscena sugli sviluppi futuri di SWTOR, il MMORPG di BioWare ambientato nell’universo di Star Wars in un setting posizionato migliaia di anni prima dei film. In primavera arriverà il tanto atteso (ormai la speranza era svanita) nuovo group content mixato a contenuti single player.

I contenuti dei prossimi update di Star Wars The Old Republic:

  • Il gear. BioWare è sull’altalena e non riesce a trovare la posizione che più gli piace. Problema che in teoria dovrebbe piacere ai giocatori, non ai dev! Semplificazioni, poi complicazioni… non riescono proprio a trovare un compromesso tra i player veterani e quelli semplicemente attirati al gioco dall’uscita dei nuovi film. Far diventare SWTOR un Overwatch oppure tornare a sistemi simili alle commendations? Nel dubbio inseriamo token a cazzo e complichiamo il tutto, poi cambiamo idea e torniamo indietro. Sinceramente non so dirvi come funzionerà il gear nei prossimi mesi. O meglio, potrei dirvelo, ma dopo due settimane potrebbe cambiare. Seguite il cuore e riuscirete a vestirvi. In teoria con il nuovo group content della primavera la situazione dovrebbe stabilizzarsi.
  • Patch 5.2 a fine marzo/aprile: nuova operation. Adottando il modello KOTFE, i boss non verranno rilasciati tutti subito, ma bensì lungo tutto l’arco dell’anno. Così si può dire che ci sono aggiornamenti al group content praticamente ogni due mesi! :D
  • Nuova storyline sul bellissimo pianeta (diciamo, originale) Iokath.
  • L’operation sarà un aggiunta parallela alla storia. Il primo boss (Tyth) è frutto del design dello stesso artista che ha realizzato Revan. (Il design è mostrato nella copertina dell’articolo). Sarà presto nel PTS. Story e Veteran mode. In futuro anche la Master mode.
  • Ritorno di due compagni pre-KOTFE: Elara (Repubblica) e Quinn (Impero).
  • Versioni Master mode delle uprisings.

Quindi, alla fine, BioWare è arrivata a mantenere la promessa: prima o poi nuovo group content sarebbe arrivato. La questione è: i player che hanno lasciato il gioco perché interessati all’end game, saranno disposti a pagare più mesi di canone per poter giocare, uno alla volta, con stacco di forse due mesi uno dall’altro, tutti i boss dell’unica nuova operation? Siccome io amo SWTOR (amore/odio, ma alla fine gli voglio bene), ho chiesto a una persona che invece lo ha lasciato, di darmi la risposta alla domanda di cui sopra, così da avere un confronto oggettivo. Un boss alla volta, per un unica operation, ti farà tornare su SWTOR a pagare il canone? La risposta: AHAHAHHAHA. NO.

Il modello KOTFE funziona alla grandissima per i giocatori attirati dai film (il modello KOTFE, per chi non gioca a SWTOR da cinque anni e non sa’ com’era prima: fai uscire un pezzo di contenuto alla volta, così d’adescare i player e tenerli legati all’abbonamento, e così da far sembrare un contenuto misero un grande e sconfinato contenuto, intanto tu risparmi sui costi di produzione). Il modello KOTFE ha fatto un bel renewal non del gioco ma della sua base di giocatori. Siccome i player di end game rompevano troppo le scatole, BioWare li ha raccolti in un secchiello e li ha buttati fuori bordo.

Questo non vuol dire che SWTOR sia diventato un brutto gioco, anzi, SWTOR, in termini assoluti, è ora un gioco dieci volte migliore di quello che era al lancio. Il problema è per chi ci gioca da cinque anni le solite attività, anche se tante, possono non valere più 24 euro ogni 60 giorni.

Resta il mio gioco. Ma il modello KOTFE è, a mio parere, un triste modo di dire: tiriamo avanti fino all’uscita dell’Episodio 9 di Star Wars, finché il pianeta terra è tenuto per le palle dagli Skywalker. Se piacciono i film (e piacciono!), qualcuno cercherà su google “star wars gioco online” e troverà il nostro caro SWTOR. Siccome quel qualcuno potrebbe essere un teenager non avvezzo alle commendation ma al personaggio plug and play, oppure un quarantenne vecchio fan di Star Wars che vuole solo farsi un giretto nella Galassia lontana lontana… beh… MODELLO KOTFE!

Che la Forza sia con noi. Il boss Bionicle è una gioia per gli occhi, quindi, basandoci su ciò, attendiamo la primavera ormai vicina!

di Francesco "Capo" G.

Informatico e geek blogger. La mia grande passione è l’indie publishing, un “secondo lavoro” che interpreto tramite scrittura creativa e digital art. Sono sempre alla ricerca di mondi e mitologie lontane, sia del passato che del futuro. Autore del romanzo "Homeron Etark" inserito nel selezionato Kerberos dei Gladiatori della Penna e 3/3 su Mangialibri.com. Guardo The Big Bang Theory e Star Wars, leggo Asimov e Tolkien. Nel tempo libero player veterano di SWTOR.

Leggi il mio libro Homeron Etark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*