Finalmente Cycles rendering con gpu AMD e OpenCL in Blender 2.75

Dalla versione 2.75 di Blender è disponibile l’accellerazione hardware del rendering Cycles con schede video AMD Radeon. Diamo uno sguardo generale sul software e poi parliamo delle novità di questa relase e dei benchmark che sono riuscito a fare.

blender 2.75 amd cyclesI progressi fatti da Blender nel corso degli ultimi anni sono indiscutibili. Si tratta di un software DCC/VFX in computer grafica del tutto gratuito e non solo, perché è open source. La versione 2.5 fu lo spartiacque tra il vecchio programma per smanettoni e Linux lovers ed il software professionale che conosciamo oggi. Il Cycles, il nuovo motore di rendering introdotto a partire all’incirca dalla 2.6 è stata una vera manna dal cielo per tutti gli utenti di Blender. Risultati realistici con poco lavoro sui materiali. Eccoci quindi oggi alla relase Blender 2.75.

Con i Cycles il prezzo da pagare rimane quello dei tempi di rendering, che può essere abbassato con ottimizzazioni varie della scena ma abbattuto solamente con l’uso di hardware potente ed…Nvidia. Sì, perché ovviamente in questo campo la tecnologia -che giustamente, essendo la migliore- domina è la CUDA implementata nelle Quadro e nelle GeForce GTX di ultima generazione.

Il numero di utenti affezionati alle schede grafiche AMD però è una dato che alla Blender Foundation non è rimasto non visto. Infatti a partire dalla grande relase 2.75 i Cycles supporteranno tre tipi di accellerazione: standard (dalla CPU), GPU con CUDA (per schede Nvidia) e finalmente anche OpenCL (per fruttare la potenza dei Radeon).

Le maggiori novità della relase 2.75, le riporto direttamente dal sito ufficiale, sono queste:

  • Blender now supports a fully integrated Multi-View and Stereo 3D pipeline
  • Cycles has much awaited initial support for AMD GPUs, and a new Light Portals feature.
  • UI now allows font previews in the file browser.
  • High quality options for viewport depth of field were added
  • Modeling has a new Corrective Smooth modifier.
  • The Decimate modifier was improved significantly.
  • 3D viewport painting now supports symmetry and the distribution of Dynamic Topology was improved
  • Video Sequence Editor: Placeholders can now replace missing frames of image sequences
  • Game Engine now allows smoother LOD transitions, and supports mist attributes animation
  • And: 100s of bug fixes and smaller feature improvements.

Tante migliorie quindi e come abbiamo già detto, per molti utenti quella che spicca all’occhio è senz’altro l’introduzione del supporto alle schede video AMD / Ati Radeon per i Cycles.

Attenzione però, come per le schede nVidia vi è un requisito chiamato CUDA Compute Capability (versione 2.1 o superiore per Blender 2.75. Lista ufficiale qui: https://developer.nvidia.com/cuda-gpus) anche per le gpu Radeon ve ne è uno: la scheda video infatti deve essere di serie 77xx o superiore (ovvero più recente) poiché deve esservi implementata l’architettura GCN. Inoltre devono essere installati gli ultimi driver video AMD disponibili.

Maggiori info di compatibilità e documentazione possono essere trovate a questo indirizzo: http://blender.org/manual/render/cycles/gpu_rendering.html. Mentre consiglio caldamente il log della relase sul sito ufficiale http://wiki.blender.org/index.php/Dev:Ref/Release_Notes/2.75.

Riporto qui un sunto delle performance misurate nel video con la stessa scena @1920×1080, 100 samples, sulla mia workstation:

  • GTX 760 (1 thread, 256×256 tiles): ca. 37s
  • Xeon E3 1230 (8 thread, 16×16 tiles): ca. 1m 50s

Ebbene, provando con una R7 250X Vapor-X (mio video unboxing qui) non sono ancora riuscito a renderizzare la scena. Infatti il render è rimasto bloccato nel fase di preparazione dei moduli kernel per il render. Ovviamente il motivo è uno solo: il supporto ai Radeon (e OpenCL, quindi anche e soprattutto alle FireGL) dei Cycles è ancora acerbo. Ma con Blender se c’è una certezza è che il tempo porta solo miglioramenti.

Grazie, alla prossima!

di Francesco "Capo" G.

Informatico e geek appassionato di disegno digitale, storia antica ed epica. Autore del romanzo "Homeron Etark" inserito nel selezionato Kerberos dei Gladiatori della Penna e 3/3 su Mangialibri.com. Gli piacciono Star Wars, Asimov, LOTR, The Big Bang Theory. Mettete tutte queste cose insieme, non shakerate perché è un pochino introverso e volto alla moderazione... e ci viene fuori lui. Nel tempo libero a.k.a. Starlover/Cap'skycloud @SWTOR; fu Capo_Marmaglia @CoJBiB.

Leggi il mio libro Homeron Etark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*